BBMag: Le ricette regionali, la Sebadas - Sardegna
Cerca:




baby bazar magazine

Ricette regionali: la Sebadas - Sardegna

Sabato 08 Giugno 2013

La Sebadas o Seadas è un dolce tipico della Sardegna, forse il più famoso. E' anche uno dei più difficili da realizzare, poichè la ricetta originale richiede molta maestria e parecchio tempo (bisognerebbe far riposare il pecorino freschissimo per alcuni giorni per donargli la giusta acidità).

Questa che descriverò è invece una ricetta più veloce per preparare delle buone sebadas in tempi ragionevoli per noi mamme/donne lavoratrici impegnatissime!

Gli ingredienti principali per prepare le Sebadas sono (dosi per 4 sebadas):

La scelta del formaggio è determinante per la buona riuscita della sebadas, è importante che il formaggio sia freschissimo, non salato!

Per prima cosa impastare la semola con l'uovo, aggiungere qualche cucchiaio di olio d'oliva ed un pizzico di sale, ed impastare sino a quando la consistenza della pasta risulta morbida ed elastica.

Si lascia riposare la pasta ottenuta ed intanto si prepara il ripieno: grattugiare il formaggio pecorino ed aggiungere la scorza del limone grattugiato (o se si preferisce arancia grattugiata).

Poi si stende la pasta in una sfoglia sottilissima e si ritagliano dei dischi di pasta di 10 cm di diametro, su un disco si mette il ripieno di formaggio e scorza di limone (un paio di cucchiai abbondanti per ogni disco) e poi si ricopre il tutto con un altro disco di pasta, facendo attenzione a chiudere bene la sebadas per evitare che durante la cottura il formaggio fuoriesca dai bordi.

Per evitare che la Sebada si apra durante la cottura si può mettere un pochino di latte sui bordi prima di chiuderli tra di loro, aderiranno meglio!

Una volta chiuse le Sebadas sono pronte per essere fritte, in abbondante olio bollente, per circa uno o due minuti. E' meglio non girare la Sebada durante la cottura, perchè la sfoglia è molto sottile e potrebbe rompersi, è preferibile versare con un cucchiaio l'olio bollente sulla parte superiore per farla dorare e gonfiare.

Dopo averla ben scolata su un piatto con carta assorbente la Sebada è pronta per essere gustata, va servita calda con del miele (l'ideale sarebbe il miele di corbezzolo, ma qualunque tipo di miele si sposa benissimo).

Accompagnate con un buon bicchiere di Vernaccia, buon appetito!

commenta magazine

Corina Grosso Corina Grosso su Facebook

Corina Grosso

Mi chiamo Corina Grosso vivo a Cagliari, ho 35 anni, 2 figli, un marito, 2 gatti e un porcellino d'india.

Dopo tanti anni da lavoratrice dipendente ho realizzato il mio desiderio di mettermi in proprio e aprire un Baby Bazar, operativo da ormai 5 anni. Nel BBMag mi piacerebbe parlare di tutto ciò che mi crea emozioni, a partire dalla nascita dei miei due miracoli!

Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo contenuto nelle cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!


Baby Bazar. Copyright ©, 2000 - 2019 by Leotron - Verona - Italy - Partita Iva: IT02079170235