Il ciclo del riciclo: come smaltire i giocattoli
Cerca:




baby bazar magazine

Il ciclo del riciclo: come smaltire i giocattoli
Annalisa AloisiEco style
Venerdì 24 Febbraio 2017

giocattoli da smaltireSommersa di giocattoli vecchi e rotti? Non sono in buono stato e non puoi venderli a Baby Bazar? Se i tuoi bambini non li usano più devi smaltirli correttamente… ma come? Io lo dico sinceramente: spesso li ho buttati nell’indifferenziata, come molti.

Fare la raccolta differenziata è cosa buona e giusta, oltre che obbligatoria, ma a volte è un vero rebus. Ti sei mai chiesta perchè le palette delle macchinette del caffè vanno nell'indifferenziata? Sono in plastica riciclabile ma finiscono nell'indifferenziata perchè le aziende produttrici, almeno fino a poco tempo fa, non avevano pagato il giusto obolo a chi si occupa dello smaltimento. E le regole cambiano tra regioni, province e spesso anche comuni diversi.

Come vanno smaltiti i giocattoli vecchi?

Tolti i giocattoli in pura plastica o carta, i giochi elettrici ed elettronici sono dei RAEE, ma si stima che solo 2 su 100 vengano smaltiti nel modo corretto. Lo sapevi che una semplice console di circa 2KG di peso contiene il 45% di ferro, un 20% di plastica, un 4% di alluminio, l’1,5% di rame e una piccola percentuale di metalli preziosi e terre rare che possono essere riutilizzate nel ciclo produttivo, ma che se vengono disperse nell’ambiente possono avere effetti nocivi?

Si stima che delle 12 mila tonnellate di giocattoli elettronici immesse sul mercato in Italia, ne vengano riciclate 230, vale a dire solo il 2%. E’ chiaro che coinvolgere le famiglie e i più piccoli in attività di educazione e sensibilizzazione diventa fondamentale” dichiara Danilo Bonato, Direttore Generale di ReMedia, il Consorzio Nazionale per la Gestione dei Rifiuti Tecnologici

come smaltire i giocattoli vecchi

E i giocattoli in plastica? Come li smaltisco?

Parliamo un po’ della plastica. Si sa, la plastica ha fato la rivoluzione. Un materiale leggero, lavabile, economico, facile da produrre. Le materie plastiche più diffuse sul mercato sono:

Solo alcuni rifiuti in plastica sono riciclabili e si tratta di imballaggi e contenitori:

Tutti i contenitori che non recano le sigle PE, PET e PVC, tutti i contenitori che presentano residui di materiali organici o di sostanze pericolose, giocattoli, custodie per cd, musicassette e videocassette, piatti, bicchieri e posate in plastica, tubi di dentifricio, bottiglie di olio, rifiuti ospedalieri, beni durevoli di plastica (es.: articoli di casalinghi, elettrodomestici, completi per l'arredo, etc.), articoli per l'edilizia, grucce per appendiabiti.

smaltire i giocattoli usati

Quante di queste cose hai sempre pensato andassero negli imballaggi leggeri? Ecco, i giocattoli, non elettrici o elettronici, vanno a finire nell’indifferenziata. Che spreco, vero?

Per questo è importante fare attenzione ai giochi che acquistiamo per i nostri bambini. Meglio preferire giocattoli in legno, puzzle, giochi in scatola, e se proprio dobbiamo puntare alla plastica assicuriamoci almeno che rechino le sigle PE, PET, ma non PVC, considerato molto dannoso. Oppure che sia un giocattolo prodotto con plastica riciclata.

È uno dei gesti più importanti che possiamo fare nei confronti dell’ambiente, insegnando ai nostri bambini l’importanza di un consumo consapevole e corretto. Ci proviamo?


Annalisa Aloisi Annalisa Aloisi su Facebook

Annalisa Aloisi

Sono Annalisa Aloisi, ho 38 anni, un marito, 2 bambini di 11 e 8 anni e due gattoni. Sono appassionata di libri, montagna, medicina e guarigione naturale e sono Master Reiki.

Alla perenne ricerca della mia strada, in continua revisione di me stessa, sogno di poter un giorno lavorare con le mie passioni..

Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!


Baby Bazar. Copyright ©, 2000 - 2017 by Leotron - Verona - Italy - Partita Iva: IT02079170235