Aiuto, la prova costume! Rimettersi in forma si può
Cerca:




baby bazar magazine

Aiuto, la prova costume! Rimettersi in forma si può
Giorgia VisentiniMamma e donna
Venerdì 13 Maggio 2016

prova costumeIn questo articolo cercherò di dare alcune risposte ad alcuni dubbi che molto frequentemente ci assalgono in questo periodo dell’anno. Il nostro corpo (da sempre contrario ahimè alla perdita di peso) può resistere al dimagrimento.

Soprattutto se in passato abbiamo fatto tante diete, abbiamo già abituato il nostro organismo a farsi bastare il poco che gli diamo, e per questo, non dimagriamo più nonostante le continue restrizioni.

Perchè sto a dieta e non dimagrisco?

Ecco perché per dimagrire stabilmente bisognerebbe puntare ad accelerare il metabolismo definitivamente, invece. Qualora si sia provocato un danno metabolico, può essere estremamente difficile porre rimedio, ma non impossibile.

La buona notizia infatti è che il metabolismo danneggiato può essere riparato. Tutto ciò che ci vuole, è l'esatta combinazione di esercizio e alimentazione studiati ad hoc (NON una semplice dieta), mantenuti in maniera costante nel tempo.

In questo breve articolo cercheremo di capire assieme quali sono i principi fondamentali affinché questo possa avvenire. NB: nel caso in cui abbiamo complicato seriamente le cose, per colpa di regimi alimentari estremi seguiti in passato con improvvisa perdita di peso (specialmente se abbiamo perso una gran quantità di massa corporea magra), può essere necessario un periodo più lungo, ma è bene ricordarlo sempre e comunque: chiunque può aumentare il proprio metabolismo, con pazienza e costanza.

5 principi base per dimagrire in modo corretto

dieta estate dimagrire

La cosa più importante è assolutamente la COSTANZA, nell'applicare ogni giorno alcuni principi nutrizionali e di allenamento ben precisi. Vediamo assieme quali sono.

  1. Frequenza pasti: assumere 5 pasti al giorno: 3 principali più due spuntini, servirà a lanciare un segnale di finita carestia al corpo, che così potrà nuovamente rilassarsi e lasciare andare, letteralmente, il grasso
  2. Distribuzione frequente dei pasti (all'incirca ogni 3 ore), oppure opportune strategie di digiuno intermittente di cui approfondirò in un prossimo articolo. Qualunque sia la strategia scelta ed applicata, mantenere un timing il più possibile costante, sempre per trasmettere segnali di tranquillità al nostro povero organismo stressato.
  3. Dieta ipocalorica: no al digiuno “smodato e costante” (a meno di specifici protocolli studiati ad hoc che invece possono essere assolutamente validi) e sì invece a mantenere un piccolo deficit calorico, ma non andare mai sotto le 1200 Kcal giornaliere per le donne e le 1600/1700 per gli uomini.
  4. Scelte alimentari: preferire alimenti naturali, non trattati (ovvero industriali) dagli effetti altamente “termogenici” (proteine magre come quelle del pollo, del tacchino, degli albumi d'uovo e del pesce, così come tutte le verdure verdi, le verdure da insalata ed altri carboidrati fibrosi).
  5. Allenamento cardiovascolare: aumentarne un po’ l'intensità poiché questo produce un'azione maggiormente stimolante e impattante a livello metabolico (ottimo l’allenamento a intervalli o hiit).
  6. Allenamento coi pesi: è estremamente importante in caso di "danno al metabolismo", poiché rappresenta lo stimolo necessario a mantenere e preservare la massa magra presente, ed iniziare a ricostruire dei nuovi tessuti muscolari.

Gli uomini in genere non anno problemi di allenamento coi pesi, mentre molte donne temono questa tipologia di allenamento per la paura di “diventare grosse”. Ebbene, sappiate che non è assolutamente così, dal momento che è necessario un preciso corredo ormonale per giungere ad un aumento spropositato della massa muscolare (corredo di cui evidentemente le donne sono sprovviste, a meno di utilizzare aiutini esterni).

Utilizzare i pesi quindi non significa assolutamente diventare campionesse di body building ma significa preservare e definire la massa muscolare che, come cerco sempre di far capire, brucia molte più calorie della massa grassa A RIPOSO!!!!. Questo vuol dire che a parità di peso una persona che ha una percentuale maggiore di massa magra rispetto ad un’altra tenderà a consumare più calorie non facendo nulla e tenderà molto meno ad ingrassare nel tempo.

La parola chiave è: costanza

prova costume dieta

La chiave dunque, lo ribadisco, sta nella costanza, ora che abbiamo diffuso i concetti fondamentali. Non c'è nulla che possa mettere a repentaglio la "ricostruzione" metabolica meglio dell'incostanza. Smettendo e riprendendo, o saltando i pasti, non riusciremo neppure a cominciare il processo di “guarigione” e riattivazione metabolica. No dunque alle diete drastiche dell’ultimo minuto, per arrivare in forma alla fatidica prova costume.


mi chiamo Giorgia, sono una giovane mamma di 29 anni di uno splendido bimbo che si chiama Gabriele e che a settembre compirà due anni… Da sempre appassionata di sport e sana alimentazione, dopo la maturità scientifica decido di iscrivermi a biologia e di prendere successivamente la specializzazione in nutrizione per poter aiutare e guidare chiunque ne abbia necessità verso uno stile alimentare sano e consapevole, per salvaguardare la salute in primis e poi (perché no??) anche un po’ di vanità e la nostra linea sulla spiaggia. Mi piace portare le persone a capire che non sempre dieta è sinonimo di provazione e insalatine scondite, ma anzi c’ è tutto un mondo fatto di squisiti ingredienti, ricette e piccoli trucchetti per poter vivere in maniera sana, leggera e anche golosa (io lo sono in primis!)

Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!


Baby Bazar. Copyright ©, 2000 - 2017 by Leotron - Verona - Italy - Partita Iva: IT02079170235