Fotografi in vacanza: ecco cosa portare in valigia
Cerca:




baby bazar magazine

Fotografi in vacanza: ecco cosa portare in valigia
Mamma e donna
Domenica 06 Luglio 2014

Pronti, partenza, via! Ecco siamo in vacanza! E come non immortalare questo momenti di gioia e relax? Ma pensavate forse che bastasse prendere la macchina fotografica e partire? Non è così.

Ci sono tante piccole accortezze da tenere presenti che saranno di grande supporto per evitare brutte sorprese, che sia una memoria troppo piccola per troppe foto o le batterie scariche quasi subito.

Partiamo dalla base. Che macchina fotografica scegliere? Sebbene i cellulari abbiano raggiunto qualità molto alte nelle fotografie (in alcuni casi si parla di piccole macchine fotografiche che al bisogno telefonano anche!), è meglio partire con una macchina fotografica che risponda alle vostre esigenze. E diciamocelo, da supertecnologici quali siamo, non è estremamente affascinante e un po’ retrò fotografare con la macchina e non con il telefono?

Comunque sia si può scegliere tra la compatta o la reflex. La scelta dipende dalle vostre esigenze. Foto di famiglia, ricordi e risate? Va benissimo una compatta che tra l’altro ormai raggiunge vette altissime in fatto di qualità. Se invece volete delle foto perfette, se volete giocare con luci, paesaggi, fiori, insetti, o anche ritratti particolari meglio orientarsi su una reflex. Ce ne sono anche a prezzi accessibili e permettono una personalizzazione delle impostazioni con cui sbizzarrirvi e magari ricavarne foto magnifiche (o orrende, dipende dalle capacità, personalmente vado sempre in automatico o faccio danni).

Attenzione alle insidie in spiaggia. Acqua e sabbia sono nemiche giurate di qualsiasi macchina fotografica. Una compatta subacquea praticamente non corre rischi ma una compatta normale può subire dei danni alle ottiche se la sabbia è molto fine. Avete una reflex? Doppia attenzione in ogni caso, ma MAI cambiare gli obiettivi se c’è vento in spiaggia! Ci siamo passati… fatelo sempre in luoghi riparati, possibilmente al chiuso.

Proseguiamo. Fare degli autoscatti senza appoggiare la macchina su una roccia o su un tavolino è un utopia? Sarebbe utile un treppiede ma è chiaro che non sempre è agevole da trasportare. Procuratevi un cavalletto ‘tascabile’ e magari snodabile (vedi foto). Potrete appoggiare la macchina dove volete, anche aggrapparla all’asta dell’ombrellone e mettervi in posa. È anche una meravigliosa idea regalo!

Bene. Abbiamo l’occorrente per fare tutte le foto che vogliamo…. Beh non proprio tutte quelle che vogliamo. Ci sono due cose, magari banali, ma indispensabili. Le batterie e le memorie.

Le batterie non sono mai abbastanza. Il caricabatterie, se sono ricaricabili, deve essere la prima cosa da controllare in borsa dopo la macchina stessa.

Le memorie sono un discorso più ampio. Potete decidere di portarne con voi diverse, non sapete mai quante foto andrete a fare. E’sempre l’opzione migliore. Ma vi consiglio anche una delle seguenti alternative in aggiunta.

  1. Se il portatile è parte del vostro bagaglio, se proprio non potete farne a meno, potete stare tranquilli. Scaricate la memoria piena nel portatile e poi via verso nuove immortali memorie.
  2. Se avete con voi il tablet potete salvare le in un cloud e di nuovo avere la memoria libera.
  3. Potete far masterizzare le foto fatte fino a quel momento da un fotografo se ne avete uno a portata di mano, ma ricordate sempre di controllare che siano state masterizzate correttamente o a casa potreste avere delle sorprese come file danneggiati o file mancanti.
  4. Ci sono in commercio infine, per grandi appassionati o fotografi compulsivi, anche adattatori per trasferire tutti i file su un disco esterno che poi potrete collegare al vostro pc di casa una volta rientrati dalle ferie. Si chiama COPY BOX ON-THE-GO. Si collega tra il lettore di schede e l'hard disk sul quale scaricare le foto. Complicato ma in alcuni casi decisamente pratico.

Insomma le soluzioni sono varie e adatte a ogni tipo di fotografo presente sul globo, basta scegliere.

E ora dunque foto, foto, foto! E soprattutto… foto a sorpresa, niente pose. O tante smorfie, vedete voi, l’importante è che la gioia di queste vacanze resti per sempre!


Annalisa Aloisi Annalisa Aloisi su Facebook

Annalisa Aloisi

Sono Annalisa Aloisi, ho 38 anni, un marito, 2 bambini di 11 e 8 anni e due gattoni. Sono appassionata di libri, montagna, medicina e guarigione naturale e sono Master Reiki.

Alla perenne ricerca della mia strada, in continua revisione di me stessa, sogno di poter un giorno lavorare con le mie passioni..

Ti è piaciuta questa pagina?

Condividila sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o premi "+1" per suggerire questo risultato alle tue cerchie di Google+. Diffondere i contenuti che trovi interessanti ci aiuta a crescere. Grazie!


Baby Bazar. Copyright ©, 2000 - 2017 by Leotron - Verona - Italy - Partita Iva: IT02079170235